La Termografia Infrarossa
per Indagini Non Distruttive nel Restauro

Nel campo della Conservazione dei Beni Culturali, si afferma sempre più l'applicazione delle tecniche diagnostiche non distruttive, in quanto non alterano e non comportano prelievi di campioni dall'oggetto indagato.

termografia di una crepa e del materiale di supportoNel processo di conoscenza del manufatto, l'analisi storica ed artistica del messaggio espresso si integra, in un equilibrio produttivo, con l'analisi scientifica diretta alla salvaguardia della materia, che costituisce il supporto del messaggio stesso.

In passato le indagini preventive erano utilizzate in maniera sporadica: i metodi di ricerca che Diogene utilizza sono ora impiegati con frequenza e grazie alle diagnosi che elaboriamo sono parte integrante di progetti per la conservazione e il controllo del degrado dell'opera.

È importante sottolineare che la termografia, come altre indagini diagnostiche, permette di superare la conoscenza esclusivamente storico-artistica del manufatto, ma non si sostituisce ad essa. Le informazioni oggettive ottenute, per essere veramente utili alla conservazione, devono integrarsi con l'analisi filologica e critica.

Solo tramite questa sinergia le indagini non distruttive diventano un prezioso aiuto all'operare pratico degli addetti al restauro, che in esse troveranno conferma della correttezza del loro intervento.